Cerca

Giovaninrete

Tag

mourinho

Pogb-ology: the journey of Paul “La Pioche” Pogba

Twitter: @paulpogba
Twitter: @paulpogba

Il Piccone torna a casa: Paul “La Pioche” Pogba è pronto a prendere per mano il Manchester United di José Mourinho, con i Red Devils che puntano sul centrocampista francese dopo l’errore avvenuto nel 2012. Ma andiamo con ordine: il ragazzino di Roissy-en-brie – paesino a 30 km da Parigi – ha una storia particolare alle spalle.

Continue reading “Pogb-ology: the journey of Paul “La Pioche” Pogba”

Annunci

Il Derby di Manchester: il nuovo kolossal griffato Premier League

Foto: theguardian.co.uk
Foto: theguardian.co.uk

Il calcio europeo, oggi, si prepara a vivere un derby molto particolare: il Derby di Manchester. Due potenze del calcio mondiale, nella stessa città: sogni, stelle e ruggini a condire quella che si prospetta – sulla carta – ad essere una sfida da registrare e tenere a portata di mano quando si ha voglia di un kolossal. Sì, proprio un film: d’altra parte i protagonisti e le sotto trame ci sono tutte… Continue reading “Il Derby di Manchester: il nuovo kolossal griffato Premier League”

Cassano e Balotelli, gemelli diversi 3.0

cassano-balotelli
Cassano e Balotelli ai tempi della nazionale nel Mondiale 2014 (fonte foto: tackleduro)

Cassano rimane a Genova per amore della Sampdoria anche se fuori squadra, Balotelli vola a Nizza per ripartire dalla Ligue 1: ecco l’ennesima svolta nella carriera dei “gemelli diversi” del calcio italiano.

Continue reading “Cassano e Balotelli, gemelli diversi 3.0”

Piacere Fabrice Olinga, mi manda Eto’o. E quel sogno sfiorato con la Sampdoria…


Sai, il calciomercato a volte è strano. Basta un fax inceppato, una mail che tarda ad arrivare, e allora anche quegli affari che sembrano già chiusi, dati per fatti anche dai migliori esperti di mercato, saltano all’ultimo momento. Continue reading “Piacere Fabrice Olinga, mi manda Eto’o. E quel sogno sfiorato con la Sampdoria…”

Dalla rescissione con il Catania alla finale di Champions League. Un predestinato chiamato Simeone

ImmagineUna carriera da predestinato, sin da quando aveva 17 anni.

Continue reading “Dalla rescissione con il Catania alla finale di Champions League. Un predestinato chiamato Simeone”

La meglio gioventu’ italiana

 index     di Marco Mikhail

Noi di GiovanINrete abbiamo intervistato Paolo Ghisoni, giornalista di Sky e autore del libro ‘La Giovane Italia 2013’. 450 i giovani talenti italiani, dai 94 ai 99, le cui caratteristiche tecniche sono presenti in questo che è un vero e proprio manuale per chi volesse conoscere meglio i settori giovanili italiani. I pochi calciatori sfuggiti alla visione di Ghisoni, avranno spazio nella sezione web chiamata  Under su Repubblica.it, presente nel sito dal mese di Gennaio. Ghisoni ci raconta come sia nata l’idea di scrivere questo libro: ‘L’idea è nata da Mourinho. Ai tempi in cui allenava l’Inter, i nerazzurri sfidarono la Reggina a San Siro e sulla fascia di Maicon avrebbe debuttato Adejo. Mourinho non lo conosceva e chiese ad un suo collaboratore, che poi mi contattò a riguardo, maggiori informazioni sul giocatore. Da li mi scattò la scintilla: se Mourinho non sapeva chi fosse questo calciatore figuriamoci il resto del mercato italiano. Decisi, quindi, di intraprendere un lavoro sulla  conoscenza dei ragazzi’.

Un tema dibattuto sulla gestione dei giovani calciatori è come educarli affinchè, oltre ad affinare le qualità tecniche, possano essere pronti da punto di vita comportamentale. In questo senso Ghisoni loda l’operato dei settori giovanili italiani, a cominciare dai top club:  ‘Per fare dei nomi, visto che li conosco: De rossi, Bollini e  Filippo Galli crescono uomini prima dei calciatori. Insegnano il rispetto, la  disciplina, l’aiutare i compagni anche in situazioni extra campo. La  crescita del ragazzo a 360 gradi. Per la rubrica Under, ho Intervistato Massimo Drago, la cui scommessa, 8 anni fa, era quella di impartire regole educative ai Giovanissimi del Crotone, che provenivano per la maggior parte dal calcio di strada. In questi anni è passato poi agli allievi e infine ad allenare la  prima squadra, che ha un età media di 22 anni e sta stupendo tutti in questo campionato cadetto.

C’è ottimismo nelle sue parole affinchè altre squadre possano seguire questo trend postivo:’Il Bari con Torrente fa un ottimo calcio e la sua rosa è composta da molti ragazzi giovani, oppure l’Empoli, che ha in squadra 6 giocatori usciti dal vivaio. Bisogna avere il  coraggio di far giocare questi ragazzi  e smetterla con  questa esterofilia’. Anche se ammette come vi siano molti elementi da riformare nel calcio italiano: ‘Alle società conviene comprare giocatori stranieri piu’ che far crescere talenti nel vivaio, sia dal punto di vista economico(costa molto di piu’ coltivare un talento in casa piuttosto che acquistarlo all’estero già pronto) che  da quello prettamente calcistico col rischio che poi il giocatore si perda col tempo’. Infine a suo avviso bisogna riformare il tifo: ‘Se per dire entrasse in campo un giovane di nome Bianchetti, la gente storcerebbe il naso, mentre se al suo posto fosse sceso in campo uno straniero no. Siamo rimasti a 20 anni fa quando con gli stranieri si pensava di aver colmato un gap perchè hanno qualcosa in piu’. Invece ne arrivano tanti e scarsi, e quando uno è buono colma il divario con tutti gli altri’.

Infine ci dà un giudizio sul Viareggio, torneo che non giudica positivamente, anzi: ‘Il Viareggio è un torneo morto. Si gioca su campi disastrosi. E’ un operazione commerciale dove le squadre pagano per partecipare, tranne i top club che , difatti, sono entrati nella competizione dagli ottavi di finale. Le squadre migliori al mondo, ovvero lo United, il Barcellona, il Real, l’Arsenal, solo per citarne qualcuna, non ci sono al Viareggio. E’ un esercizio italiano per mostrare quanto siamo bravi, ma non vi è prestigio. Manca la voglia di confrontarsi con i top club. In Youth league  partecipano tutte le grandi squadre, cosa che non accade in quello che è un torneo molto sopravvalutato. Basti pensare che ci vogliono due mesi per riprendersi dal Viareggio’.

WordPress.com.

Su ↑